24 gennaio 2015. La sfida per la conquista della montagna più alta delle Americhe inizia a Viña del Mar, Cile. La temperatura sfiora i 37° e questo caldo non era previsto. Nico mantiene la sua tabella oraria, ma non riesce a bere abbastanza. La disidratazione gli giocherà un brutto scherzo dopo qualche ora. Dopo aver pedalato per 8 ore, 210 km e 3800 metri di dislivello in salita, ad Horcònes inizia a correre per altri 38 km e 4000 metri di dislivello. A quota 6000 Nico sente di non farcela. La disidratazione del tratto in bicicletta lo ha svuotato di energie. Alla Canaleta, quota 6500, manca davvero poco ma Nico è allo stremo. Ciò che lo spinge a non mollare è l’enorme fatica fatta sinora, da un mese a questa parte. Alle ore 15.41 Nico Valsesia conquista la vetta dell’Aconcagua. La maggior vetta delle Ande e del continente americano: 6962 m sul livello del mare e 7963 mslm di dislivello positivo.

L’impresa è stata oggetto di un documentario intitolato Mas Alto Que Los Condores, diretto da Alessandro Beltrame. Il film è stato trasmesso su Bike Channel, mentre alcuni estratti mandati in onda su Rai Due all’interno della trasmissione Voyager e sui canali web Red Bull.

Il team che ha accompagnato Nico in questa prima avventura è composto da Mattia Torraco, Luca Vismara, Alesandro Beltrame, Dino Bonelli, Giovanni Storti, Emiliano Balzet, Pablo Forconi.

Sponsor
Portezuelo
Torpado
Rh+
Fondriest
Redbull
Miti
AVVENTURE NEL MONDO
Bikeadventures
NRC
Banca Popolare Novara
Vitamincenter
Sportful